fbpx
Marcello Bergamo Heritage – Gli albori

Marcello Bergamo nasce a Ponte di Piave il 16 dicembre 1946, era ancora molto giovane quando iniziò a lavorare nel negozio di biciclette del paese, da li passavano molti ciclisti e Marcello li osservava con interesse e ammirazione, nasce così una grande passione che lo porta a salire in sella, una prima bicicletta sistemata da lui stesso e poi un’altra ancora, le gambe spingono bene e da li a breve le prime competizioni locali fino a gareggiare da esordiente con il team UC Trevigiani.

Trasferitosi a Castano Primo (MI) per esigenze familiari all’età di 17 anni dal 64 al 65 è tra gli allievi della Pedale Castanese , nel 1966 passa alla categoria dilettanti con la U.C. Bustese,

purtroppo potrà correre solo fino a marzo, una pleurite lo costringe al riposo fino ad agosto del 1967. Terminata la stagione 67 con la squadra di Busto Arsizio nel 1968 passa in forza alla Mobili Carugo.

Il 1968 è un anno decisamente importante per Marcello Bergamo, vince infatti ben 11 competizioni e tra queste tre tappe dell’importante Giro delle Provincie del Lazio dilettanti, Adorni neo Campione del Mondo e Felice Gimondi stringono la mano di Marcello vincitore di una delle tappe il 25 settembre 1968.  Marcello vince anche la gara di Chiesina Uzzanese, una delle tre competizioni toscane alle quali partecipa su diretto invito del direttore sportivo della Filotex Waldemaro Bartolozzi che lo stava osservando da tempo. A fine stagione Marcello viene convocato da Bartolozzi per firmare il meritato contratto con la prestigiosa Filotex, squadra con la quale nel 1969 inizierà la sua carriera di corridore professionista.

L’esordio in maglia Filotex avviene il 15 febbraio 1969 in occasione del 6° Trofeo Laigueglia, competizione che a quei tempi inaugurava l’anno ciclistico dei professionisti. La vita di Marcello è fitta di duri e continui allenamenti, ora le competizioni a cui partecipa sono di massimo livello con i ciclisti più forti al mondo e Il 16 maggio prende il Via il suo primo Giro d’Italia . Il calendario delle competizioni e il programma di allenamento portano Marcello Bergamo a vivere un 1969 unico e speciale, è un anno indimenticabile, l’anno di Armstrong e Aldrin che camminano sulla luna, di Hendrix che intona Message to Love a Woodstock e possiamo solo immaginare l’entusiasmo di Marcello in questa emozionante prima stagione da professionista.

I suoi compagni di squadra sono: Severino Andreoli, Franco Bitossi, Vittorio Chiarini, Ugo Colombo, Alberto Della Torre che era stato suo compagno di squadra nella Bustese, Giorgio Favaro, Giuseppe Grassi, Marcello Mugnaini, Adriano Passuello, Alfio Poli, Flaviano Vicentini e Italo Zilioli.

Gli anni settanta sono alle porte e si prospettano pieni di lavoro e soddisfazioni. continua

CARRELLO